Al contrario di quello che fa la maggior parte della gente quando compra azioni che non calcola nemmeno di striscio il bilancio, noi dobbiamo assolutamente leggerlo in quanto ci fa rendere conto fin da subito se conviene o meno avere una determinata società nel nostro portafoglio.

Già a colpo d’occhio possiamo individuare valori molto interessanti che non richiedono chissà quale studio approfondito, per esempio il rapporto tra ricavi e utile netto di esercizio.

Immagina due società, la società “A” ha ricavi di 100 miliardi di dollari l’anno e un utile netto di 10 miliardi, mentre la società “B” ha ricavi di 10 miliardi con un utile netto di 4 miliardi, domanda: qual’è la società che guadagna di più? Tendenzialmente molti pensano che la società che guadagna di più sia quella con il fatturato più alto (e teoricamente potrebbe anche essere vero), ma se analizziamo bene i conti possiamo notare che quella con il fatturato più basso ha (in proporzione) più introiti. La società “A” ha un guadagno netto del 10% sul fatturato mentre la società “B” ha un guadagno del 40%. Quindi quest’ultima riesce a gestire molto meglio le proprie spese e i propri ricavi rispetto alla società “B”. Di conseguenza in periodi di crisi economiche, la società “B” resisterà molto più facilmente rispetto alla società “A”.

Un altro punto importante da tenere d’occhio è la percentuale che viene impiegata per le ricerca e sviluppo di materiali o nuove tecnologie per essere sempre i leader di mercato o comunque per rimanere competitivi.

Mi spiego meglio, ci sono un sacco di società nel settore tecnologico che impiegano la maggior parte dei propri guadagni in ricerca e sviluppo, queste società (a mio parere ovviamente) non sono buoni investimenti, in quanto necessitano di troppi fondi per essere costantemente aggiornate e sempre competitive, e in un mercato dinamico e globalizzato come quello in cui stiamo vivendo al giorno d’oggi, non è una gran bella cosa, in quanto hai a che fare con aziende leader in altri stati che riescono ad essere più competitive della tua società poiché hanno un sistema fiscale diverso, (vedi per esempio in Cina quanto vengono sfruttati i dipendenti) di conseguenza riescono in questo modo ad avere più fondi da investire nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie.
Quindi se vuoi un consiglio evita o comunque stai molto attento a quando compri azioni di certe società.

Guida All’ Acquisto Di Azioni: L’unica Guida in Italia che ti spiega per filo e per segno, step by step quali sono le migliori aziende su cui investire, le più sicure le più solide e le più performanti, grazie a un metodo matematico basato sull’analisi statistica, per riuscire a calcolare il vero valore di un’azione avendo una probabilità statistica di successo (testata e provata negli anni) del 97%, senza farti ingannare dal prezzo e senza rischiare di investire in un’azienda sull’orlo del fallimento e senza il pericolo di perdere i tuoi soldi! Una Guida che ti mostra dove trovare, come analizzare, come interpretare e come capire, i numeri di un bilancio. Insegnandoti inoltre, quasi 60 termini spiegati voce per voce, capendo fin da subito quali sono i parametri ideali, con un’altissima profittabilità statistica se un’azienda è un’ottima opportunità di investimento, evitando la minaccia di acquistare un’azione di un’azienda malata commettendo gli stupidi errori che fanno tutti i principianti.